giovedì 14 gennaio 2016

Intervista a Giulia Rizzi di "un amore firmato Louboutin"


Noi ci prepariamo al San Valentino con una splendida intervista a Giulia Rizzi, autrice del bellissimo libro "un amore firmato Louboutin", clicca per la recensione ,l'intervista farà parte di un grande Giveaway che ci sarà prossimamente dove il tema principale sarà l'amore.

Ed ora gustatevi questa bellissima chiacchierata <3


1)  Che rapporto hai con l'amore?
 Iniziamo già con un tasto dolente! ;) Io sono tutto fuorché romantica! Le frasi d'amore e le dichiarazioni zuccherose non fanno proprio per me...poverino il mio fidanzato. Credo più nei piccoli gesti e nelle attenzioni quotidiane che riescono a sopravvivere alla routine e alla stanchezza piuttosto che a una dedica coi cuoricini. È vero, sono un po' acidella...

2)  E stato difficile per te scrivere la storia d'amore del tuo libro? Qualcosa o qualcuno ti ha dato     l'ispirazione?
   Sì, proprio per la mia avversione nei confronti del romanticismo ho trovato davvero difficile scrivere questo romance, ma allo stesso tempo mi sono molto divertita. Ho voluto sperimentare e giocare in un territorio “sconosciuto” che però lascia anche un ampio margine di libertà nella gestione dei personaggi. Ho cercato di gestire le vicende e i sentimenti dei protagonisti con semplicità e ironia, proprio per mantenere un'atmosfera leggera. 

3) Come pensi che si siano modificati i rapporti d'amore nel corso del tempo? (puoi anche fare esempi di grandi storia d'amore di grandi classici)
    Più che i rapporti d'amore credo sia cambiato il modo di vivere in generale. Sembra una banalità, una frase fatta, eppure è la mia impressione. Cerchiamo certezze che non avremo mai e proseguiamo per tentativi, così come nel lavoro, nelle amicizie e nelle relazioni. Vedo persone sempre più stressate e scontente, più interessate a puntare il dito contro chi non la pensa come la massa piuttosto che a realizzarsi e ritagliarsi un angolino di felicità. Nell'amore e nella vita in generale, servono rispetto e compromessi, ma ultimamente trovo ci sia molta carenza di entrambi.

4)  Come ti sei avvicinato alla scrittura?
 Mi piace pensare che sia stata la scrittura ad avvicinarsi a me, credo mi abbia proprio chiamata. ;) All'inizio è stato un esperimento, niente più che una curiosità. Avevo una storia in mente e ho provato a scriverla, poi giorno dopo giorno è diventata una vera e propria necessità. Porto sempre un quadernino con me oppure annoto le idee sul cellulare. È come avere a portata di mano un rifugio dalla triste realtà! 

5) Che tipo di lettore sei?
  Mi hanno definita una lettrice bulimica! Quando una storia mi prende non riesco a fermarmi, devo costringermi a interrompere la lettura giusto per spirito di sopravvivenza. E una volta terminata devo iniziarne un'altra, prima di cadere in una spirale di despressione post-romanzo. Leggo un po' di tutto, anche se non mi piacciono le storie troppo sdolcinate e fatico un po' con la fantascienza perché mi inquieta! ;P

6) Che messaggio vuoi dare ai lettori che leggeranno il tuo libro?
 Sapere che ci sono persone che scelgono il mio romanzo fra un sacco di titoli interessanti mi emoziona sempre tantissimo e quando qualche lettrice mi scrive saltello dalla gioia, davvero! “Un amore firmato Louboutin” è una storia leggera, scritta per strappare qualche sorriso e regalare un momento di svago alle lettrici. Non ha la pretesa di trasmettere grandi insegnamenti, solo l'intento di far sognare un po'!

7) Hai un tuo rituale di scrittura?
  Quando ho tempo e posso dedicarmi “come si deve” alla scrittura mi piace chiudermi in cucina, accendere la musica e isolarmi per potermi concentrare al meglio. Quando il tempo scarseggia, ma l'ispirazione chiama, scrivo un po' come capita: su un quadernino o sul cellulare. Poi, al momento di editare, capita che mi chieda: “ma perché ho scritto queste cose?!” e quindi impiego il doppio del dovuto per le correzioni.

8)Ci sono aneddoti in particolare che ci puoi raccontare riguardo al tuo libro (che riguardano la sua scrittura, la pubblicazione o altro)?
  L'anedotto “ufficiale” del mio romance è senz'altro questo. Dopo aver scritto il mio primo romanzo, il fantasy “Praemonitus. L'ombra del destino”, fu chiara a tutti la mia avversione per le scene romantiche, che mi spingeva a bere un paio di aperitivi pur di trovare la giusta ispirazione. Considerando poi che sono astemia...la cosa era piuttosto grave! Le mie amiche e editor mi suggerirono di provare a scrivere un rosa. Una bella commedia, magari un po' stucchevole, giusto per mettermi alla prova. Ne è uscito “Un amore firmato Louboutin”. Per ringraziare le mie due “complici” ho donato i loro nomi alle coprotagoniste della storia: Alessandra e Fabrizia. Un modo carino per renderle davvero parte del romanzo, che senza di loro non sarebbe esistito.  Ale ha davvero i capelli rossi ed è fidanzata con Michele, Fabri è bionda e frizzante...insomma, posso dire che Alessandra e Fabrizia, in un certo senso, esistono eccome!

9) Cosa ti ha lasciato questo libro oltre alla soddisfazione di vederlo pubblicato?
   Un amore firmato Luboutin” è stato una ventata di aria fresca in un periodo non proprio felice, quindi ne conserverò sempre un ricordo prezioso. Una specie di “ricarica” per i momenti difficili. Durante la fase dell'editing e della primissima promozione inoltre ho avuto a che fare con ragazze carinissime, che mi hanno aiutata molto con suggerimenti e post sui loro blog. Credere nella collaborazione fra autrici emergenti è una risorsa preziosissima!

10)  Una citazione che ami particolarmente (possibilmente d'amore tua o di altri)?
 Una delle mie citazioni preferite è di Oscar Wilde: “Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio”. La trovo ironica al punto giusto, ma anche veritiera...non solo in amore! ;)

5 commenti:

  1. Ottima intervista, molto interessante. Bello conoscere i retro scena dei romanzi. Complimenti a Giulia Rizzi...

    RispondiElimina
  2. Grazie mille, mi fa piacere ti sia piaciuta! ;)
    Giulia

    RispondiElimina
  3. bellissima intervista davvero soprattutto molto interessante ho amato molto Praemonitus e il prossimo che leggero sarà proprio questo devo decidermi a leggerlo

    RispondiElimina
  4. Wow !!! bellissima intervista cara
    è bello conoscerti un poco di più !!!

    RispondiElimina
  5. Grazie carissime, troppo gentili!
    Un bacione! :*

    RispondiElimina