venerdì 25 marzo 2016

Blog Tour "Gli occhi del tuo cuore" di Alessandra Cigalino



Ciao lettori, oggi è il mio turno per questo fantastico Blog Tour su un romanzo davvero stupendo, "Gli occhi del tuo cuore" di Alessandra Cigalino.
Nella mia tappa faremo due chiacchiere con l'autrice

Gustiamoci questa bellissima intervista <3

1)      Come è nata la tua passione per la scrittura?
Ho da sempre adorato leggere, grazie alla passione ereditata da mia madre, ma da quando ho scoperto la scrittura una Domenica di Novembre 2012 non sono riuscita più a fermarmi, bramando ogni attimo a mia disposizione per continuare le storie dei personaggi che chiedono la mia attenzione in ogni istante della giornata.

2)      Che lettrice sei?
Sono una lettrice “compulsiva”! Sono una vera e propria divoratrice di libri e sono capace di arrivare a leggerne anche quattro contemporaneamente. Per di più, quando trovo le novità, sia in Libreria digitale che “fisica”, sento il campanello nella parte recondita del mio subconscio che mi induce ad agire acquistando quella nuova uscita. Adoro tutti i generi, tranne gli erotici e la mia predilezione è per i romance contemporanei, i paranormal romance, i legal thriller… insomma, tutti!!!

3)      Cosa significa scrivere per te?
Per me scrivere è davvero importante, in quanto mi dona la possibilità di instaurare una connessione con me stessa, trasportandomi in un mondo parallelo, nel quale vivo le situazioni e le emozioni dei personaggi che creo.

4)      Come è nato il tuo libro?
Sinceramente, il libro “Gli occhi del tuo cuore” è nato “per caso”. Nel Novembre 2014, stavo scrivendo il secondo volume della mia Saga urban fantasy di “Infinity” e, un giorno, si è fatta strada dentro me una storia incentrata su Mafia e agenti segreti. Successivamente, ho sentito l’esigenza di inserire il “filo conduttore” che deve esserci in tutte le mie storie (e che è presente anche in quelle che sono in stand by nel mio PC): l’Amore. Da quel momento, Helen e Jack non mi hanno più lasciato. Scrivevo in ogni attimo a mia disposizione il loro incontro e le sensazioni che lei soprattutto avvertiva: sensazioni ed emozioni mai conosciute prima di imbattersi in Jack.

5)      Cosa vuoi dire ai lettori attraverso il tuo libro?
Con “Gli occhi del tuo cuore”, così come in ogni mia storia, spero soltanto di riuscire a trasmettere ai futuri lettori anche solo l’un per cento delle forti emozioni che scaturiscono in me durante la scrittura. In questo primo volume della “SPY Series”, così come nella Saga di “Infinity” e nelle storie che attendono di prender vita attraverso i tasti del mio PC, sento solo l’esigenza di portare avanti ciò in cui credo maggiormente, ossia che “L’amore non conosce differenze, ma riesce a far vivere due persone con un unico cuore”. [Infinity – Love in a mystery].

6)      Il tuo romanzo preferito.
“Orgoglio e Pregiudizio” di Jane Austen e… concedetemi un secondo romanzo che ha segnato in modo particolare la mia “vita” e che adoro infinitamente: “Il ritratto di Dorian Gray” di Oscar Wilde.

Grazie di cuore per le domande e soprattutto per la vostra disponibilità.



Regolamento: 
- SCRIVERE "PARTECIPO E CONDIVIDO" QUI NELL'EVENTO;
https://www.facebook.com/events/1020217444711678/

- CONDIVIDERE L'EVENTO, TAGGANDO ALMENO "TRE" AMICI;

- METTERE "MI PIACE" ALLA PAGINA DELLA "S.P.Y. SERIES":https://www.facebook.com/SPY-Series-di-Alessandra-Cigalino-636489156514958/?fref=ts 

- ENTRARE IN OGNI BLOG CHE COLLABORA A QUESTO TOUR E DIVENTARE "LETTORI FISSI":
http://ilblogdellelettricicompulsive.blogspot.it/
http://libricheportoconme.blogspot.it/
http://letteredinchiostro.blogspot.it/
http://questionedilibri.altervista.org/
http://amoreperilibri-enonsolo.blogspot.it/
http://diariodiunsognoblog.blogspot.it/

- COMMENTARE LE VARIE TAPPE DEL BLOGTOUR (FACOLTATIVO)

IL GIORNO 26 MARZO, ALLE ORE 15;00, TERMINERA' IL BLOG TOUR CON L'ESTRAZIONE DEL NUMERO FORTUNATO CHE SI AGGIUDICHERA' LA COPIA DEL LIBRO!

E CHE DIRE? IN BOCCA AL LUPO A TUTTI COLORO CHE PARTECIPERANNO! GRAZIE DI CUORE A TUTTE/I. ♥

giovedì 24 marzo 2016

Recensione - "E se fosse destino" di Barbara Graneris


E SE FOSSE DESTINO

di

BARBARA GRANERIS

219 Pagine
formato ebook
prezzo 1,99 euro
disponibile su: Amazon, Kobo, Google Play e IBooks

Greta fa la commessa nel negozio della sua migliore amica ed ha un’irrefrenabile passione per i dolci. Seria e responsabile, ha deciso di mettere da parte se stessa per occuparsi della sua famiglia.
Davide è una giovane promessa del calcio. Forte e determinato, sa che il pallone è il suo grande amore e che è ad un solo passo dal realizzare il sogno della sua vita.
Ma cosa succede quando il destino decide di farli scontrare?
Greta dovrà combattere prima di tutto contro se stessa per riuscire a lasciarsi andare tra le braccia del bel calciatore. E quando finalmente capiscono di non poter fare a meno l’uno dell’altra, la vita è pronta a metterli in difficoltà. Sogni e amore non sempre possono coesistere.
Riusciranno a superare gli ostacoli o saranno costretti a dirsi addio?
Perché quando è il destino a decidere per te, non ti lascia scelta. Devi assecondarlo.


"«Mi piace il cielo» mi rivela. «È immenso e infinito. Ma allo stesso tempo confortevole perché è sempre lì. Non ti abbandona mai.»
Sollevo anche io la testa e mi metto a contemplare il cielo insieme a lei. Restiamo così per un paio di minuti in perfetto silenzio, interrotto solo dal rumore di qualche macchina che passa in fondo al vialetto.
«Grazie della bella serata, Davide. Ha significato tanto per me.»
Mi volto a guardarla e mi accorgo che non ha nulla da invidiare alla bellezza delle stelle.
«È stato un piacere.» le rispondo mentre mi avvicino per sistemarle di nuovo una ciocca di capelli dietro l’orecchio."

"E se fosse destino" è la storia d'amore tra Greta e Davide, lei commessa in un negozio, lui calciatore, basta un solo incontro per farli innamorare a prima vista, che il loro amore fosse opera del destino? Beh credo proprio di si!
Ho amato la storia d'amore tra Davide e Greta, una storia dolce, romantica, pura, una storia voluta dal destino, a volte vogliamo sottrarci da ciò che ci riserva il destino ma è inutile, alla fine finiamo sempre per cedere a ciò al quale siamo destinati, è quello che accade tra Greta e Davide.
Ho amato questo romanzo, sopratutto i protagonisti, hanno rappresentato per me il vero amore, quell' amore che fa sognare, quell'amore autentico, quell'amore per il quale vale la pena lottare.
Il libro è stato molto scorrevole e appassionante, una volta iniziato ero portata ad andare avanti con la lettura della storia per conoscere gli accadimenti successivi, un libro che mi ha catturata e da romantica che sono è stato un libro che mi ha fatto sognare ed emozionare tanto, non nego che mi sono anche commossa.
Se ve lo consiglio lettori cari?
Ma certamente
E' un romanzo da leggere per chi come me ama le storie d'amore che riscaldano il cuore.


venerdì 18 marzo 2016

Acquisto del giorno - La piccola erboristeria di Montmartre

Sono stata rapita da questo romanzo, uscito in libreria il 15 marzo, la copertina è stupenda, la storia anche e si ambienta a Parigi, una città che amo, i presupposti per i quali non potrò non amare questo libro.


LA PICCOLA ERBORISTERIA DI MONTMARTRE

di

DONATELLA RIZZATI

Editore: Mondadori
Pagine: 391
Prezzo: 19,00 euro

Esiste un rimedio per il mal d’amore? Viola Consalvi, di professione naturopata, è impaziente di scoprirlo. Nonostante abbia poco più di trent’anni, la vita ha già colpito duro con lei, portandole via il marito. Così anche il suo lavoro in uno studio di medicina olistica ha smesso di interessarla, e quando tutto sembra sul punto di crollarle addosso capisce che la sola cosa da fare è tornare nella città che anni prima l’ha resa felice: Parigi, dove ha frequentato la scuola di naturopatia e dove, nascosto tra i tetti di Montmartre, c’è l’unico luogo in cui si senta davvero al sicuro, l’erboristeria delle sorelle Fleuret-Bourry. È in questo spazio magico, in cui il tempo sembra essersi fermato e le emozioni sono accolte e coccolate, stretta nell’abbraccio della saggia e materna Gisèle, che Viola comincia la sua nuova vita. In un curioso bistrot incontra il giovane Romain, un barista sbruffone e misterioso che, tra continui battibecchi e rappacificazioni, farà di tutto per portare al disgelo il cuore di Viola. Quando Gisèle chiede alla sua giovane collaboratrice di aiutarla a rilanciare il negozio, Viola ha un’intuizione geniale: offrire consulenze di iridologia, una disciplina antichissima e praticata dal suo ex marito, che, partendo dallo studio fisiologico degli occhi, indaga a fondo nell’individuo fino a svelarne la personalità. Così, sforzandosi di guardare gli altri, la timida e impacciata protagonista di questo romanzo riuscirà finalmente a far luce dentro se stessa e – tra tisane, cosmetici naturali, impacchi per massaggi utili a sprigionare l’energia vitale, rimedi a base di Fiori di Bach e oli essenziali – si avvicinerà sempre più alle risposte che cercava. L’amore è ancora possibile? Cosa nasconde Romain? È lui la persona giusta?

giovedì 10 marzo 2016

Recensione - La ricetta segreta per un sogno

"Un' isola lontana in cui tutto è possibile.
Dove il vento parla di antichi misteri.
Solo la magia dei dolci può svelarli."


La ricetta segreta per un sogno
di
Valentina Cebeni

Garzanti
346 pagine
prezzo 16,90 euro

Il primo profumo che Elettra ricorda è quello del pane appena sfornato e dei biscotti speziati. Nella panetteria in cui è cresciuta ha imparato da sua madre che il cibo è il modo più semplice per raggiungere il cuore delle persone. Ma adesso che lei non può più occuparsi del negozio e ha lasciato tutto nelle mani di Elettra, i suoi dolci non hanno più questo potere. E tutte quelle domande rimaste in sospeso tra loro non hanno una risposta. Domande su un passato che la donna non ha rivelato a nessuno, nemmeno a lei, sua figlia. Elettra, persa e smarrita, sente di non avere altra scelta: deve fare luce su quei silenzi. Eppure in mano non ha altro che una medaglietta con inciso il nome di un'isola misteriosa, e una ricetta: quella dei pani all'anice che sua madre cucinava per sconfiggere la malinconia e tornare a sorridere. Proprio quei dolci le danno la forza per affrontare il viaggio verso l'isola del Titano, un pezzo di terra sperduto nel Mediterraneo la cui storia si perde in mille leggende. Se su un versante la vita scorre abitudinaria, sull'altro solo cortei di donne vestite di nero solcano stradine polverose che portano al mare. Un luogo in cui ogni angolo nasconde un segreto, una verità solo accennata. Un luogo in cui risuona l'eco di amori proibiti e amicizie perdute. Ma Elettra non ha paura di cercare, di sapere. Deve scoprire come mai il vento dell'isola porta con sé gli stessi sapori della cucina di sua madre, la stessa magia dei suoi abbracci che la facevano sentire protetta quando era bambina. Deve scoprire il legame tra la donna più importante della sua vita e quel posto. Perché solo così potrà ritrovare sé stessa. Solo così Elettra potrà credere di nuovo che cucinare è un gesto d'amore e che davvero esiste una ricetta per non dimenticare mai di sognare. La ricetta segreta per un sogno è un caso editoriale internazionale venduto in tutta Europa. Un romanzo indimenticabile sul potere del cibo e sulla forza del passato. Un romanzo capace di trasportare su un'isola affascinante e segreta in cui tutto è possibile. Un romanzo su una donna alla ricerca delle proprie radici.

MAGICO
EMOZIONANTE
UN LIBRO COME POCHI

Ero alla ricerca di un nuovo libro da leggere, quando noto la segnalazione fatta dalla Garzanti di un libro dalla copertina fantastica,"La ricetta segreta per un sogno" di Valentina Cebeni... è subito amore... l'unica pecca era che l'uscita del libro era prevista dopo una settimana e io ho atteso con immensa gioia l'arrivo in libreria di quel fantastico libro, averlo tra le mani dopo tanta attesa è stato bellissimo.

"Perchè niente supera la magia di un biscotto al cioccolato"

"La ricetta segreta per un sogno" parla della storia di Elettra, la quale dopo la malattia della madre deve occuparsi da sola della panetteria che  gestivano insieme, gestire la panetteria non era il sogno di Elettra ma per amore della madre accetta di vivere una vita diversa da quella desiderata.
Elettra ha vissuto una vita fatta di misteri, misteri che riguardano il passato di sua madre, misteri che non le sono mai stati svelati, fin quando abbandona la panetteria e intraprende un viaggio verso l'Isola del Titano, un isola nel Mediterraneo dove la madre ha vissuto la sua infanzia, ed è proprio sull'isola che Elettra fa luce sul misterioso passato di sua madre, sui dolori vissuti, ed quì che Elettra inizia ad amare l'arte della panificazione, provando vecchie ricette di biscotti e pani preparati dalla madre.
Ho amato questo romanzo e ringrazio Valentina Cebeni perchè grazie alla sua storia mi ha fatto provare delle forti emozioni, un libro meraviglioso fatto di magia e mistero, fatto di profumo all'anice e di pane appena sfornato, un libro al sapore di zucchero e da golosa che sono durante la lettura, quando Elettra prepara biscotti e pane ho assaporato con lei tutti gli ingredienti, l'anice, lo zucchero, il miele, le spezie.
Molto particolare è l'ambientazione del romanzo, l'isola del Titano, un' isola fatta di pescatori, un' isola fatta di antiche tradizioni, un' isola misteriosa e magica, ho amato quel posto e la descrizione che ne fa l'autrice fa venir voglia di andare li e restarci per sempre.
"La ricetta segreta per un sogno" è un libro pieno di misteri da svelare che tiene il lettore incollato alle pagine...impossibile smettere di leggerlo.

"Lui è stato La Spezia che ha dato brio ad un impasto piatto; all'inizio è stato meraviglioso, ma il suo profumo è svanito in fretta. Troppo in fretta"

Il romanzo di Valentina Cebeni oltre al mistero mette in evidenza la forza delle donne e la forte amicizia che può nascere, un' amicizia che le rende forti e combattive, malgrado le difficoltà che si incontrano, ma c'è anche l'amore, quello tra Elettra ed Adrian, un' amore che da alla storia un pizzico di dolcezza in più.
Mi sono piaciute molto le ricette che l'autrice ha indicato all'interno del libro, io amo cucinare e credo che le proverò tutte, anche perchè leggendo il libro viene anche l'acquolina in bocca, quindi devono essere provate assolutamente.
Consiglio "La ricetta segreta per un sogno" perchè leggendolo vi immergerete in un luogo suggestivo, misterioso e fatto di zucchero e anice, una storia che vi farà emozionare e vi porterà a stretto contatto con i vari protagonisti sulla bellissima isola del Titano.

"Un bacio, un'intimità insperata, il sapore di labbra nuove e di mare, di una ritrovata libertà che le scoppió nel petto."

martedì 8 marzo 2016

Segnalazione - Girl Runner di Carrie Snyder


Sarà in libreria giovedì 10 marzo per Sonzogno Girl runner, il primo romanzo della scrittrice canadese Carrie Snyder. Finalista del Rogers Writers’ Trust Fiction Prize e libro dell’anno di Amazon, è tradotto in oltre 15 paesi.



Carrie Snyder
Girl runner

«Aggie è un’eroina memorabile: mi ha presa per mano dalla primissima pagina e non mi ha mai più lasciata»
Sara Gruen, autrice di Acqua agli elefanti

«Ricco di immagini e perle di saggezza, il romanzo di Carrie Snyder cattura magistralmente i sentimenti di una donna atleta, indipendente, con la passione della corsa»
Publishers Weekly

«Aganetha Smart ha una voce così incantevole e potente in ogni fase della vita che è inevitabile il paragone con Olive Kitteridge di Elizabeth Strout»
Star Tribune

«Una scrittura, apparentemente lieve e sussurrata, momenti poetici, capace di trasportare nel mondo quotidiano delle eroine femminili di Alice Munro»
La Vanguardia


 TRAMA

Girl runner, la ragazza che correva, si chiama Aganetha Smart e, nel 1928, conquistò la medaglia d'oro per il Canada alle Olimpiadi di Amsterdam. Ma chi si ricorda più di lei e della sua gloria passata, ora che vive sola e abbandonata in una casa per anziani? Eppure, un giorno, la sua tranquilla routine viene interrotta dalla visita di un ragazzo e una ragazza, desiderosi - almeno così dicono - di farsi raccontare la sua storia e girare un documentario sulle sue imprese sportive. Con il corpo debole ma la mente pronta a un'ultima avventura, Aganetha si lascia così caricare in auto e trascinare via. Man mano che il viaggio la conduce verso i luoghi della sua infanzia, nelle brumose campagne dell'Ontario, i ricordi di Aggie (come la chiamavano affettuosamente in famiglia) invadono la scena, si accavallano, raccontando una vita movimentata e intensa. I numerosi personaggi del suo lontano passato tornano così a esistere, più presenti dei vivi che la circondano: c'è Aganetha bambina e poi adolescente che, insieme alle sorelle, impara a conoscere il mondo dei grandi; c'è la Prima guerra mondiale, che si porta via tanti giovani; c'è la scoperta del talento atletico e quell'allenatore che eccita la sua voglia di primeggiare; ci sono i tormenti dell'amicizia femminile e poi quelli del primo amore; infine c'è la donna adulta, alle prese con scelte di vita che non sempre si collocano nel solco della propria epoca. Oltre a una trama ricca di colpi di scena, è la voce narrante di Aganetha a sedurre e ipnotizzare il lettore, con le sue emozioni, la sua forza d'animo e quella speciale generosità che la porta a entrare in contatto con persone molto diverse da lei. Solo quando il suo viaggio si avvia alla conclusione, Aggie scopre che i due giovani che sono venuti a cercarla non sono quel che dicono di essere, e conoscono un segreto che lei non ha mai rivelato a nessuno.


«Per tutta la vita non ho fatto altro che andare da qualche parte, mirando un punto fisso all’orizzonte che sembrava non avvicinarsi mai. All’inizio l’ho inseguito con abbandono, con fiducia, poi con una certa frustrazione, con dolore, e ancora più avanti con la lucidità di un’artista della fuga. Ormai è troppo tardi per fermarmi, anche se corro solo nella mente, per abitudine»


lunedì 7 marzo 2016

Cercami nel vento di Silvia Montemurro

Oggi sono stata in libreria e non ho potuto non acquistare questo splendido romanzo, "Cercami nel vento" di Silvia Montemurro, questo libro mi ha davvero colpita, a prima vista, sono stata attratta dal titolo oltre che dalla copertina molto bella, e leggendo la trama me ne sono innamorata.



TITOLO: Cercami nel vento
AUTRICE: Silvia Montemurro
EDITORE: Sperling & Kupfer
PREZZO: 18,90 euro (cartaceo) - 9,99 euro (ebook)

TRAMA
Camilla vive di note sparse nel vento. Studia al conservatorio e la musica è il suo mondo. Abita in un paesino vicino a Milano, lo stesso dove è nata e che, a differenza delle sue amiche, non è ancora riuscita a lasciare. Chissà, forse un giorno lo farà, per tentare di colmare quell’inquietudine che ogni tanto la prende. Teo, invece, in paese è appena arrivato e ha ancora negli occhi il mare della sua Sardegna. Lo stesso che da piccolo fissava ogni giorno dalla finestra, a casa di sua nonna. Lì, con il naso incollato al vetro, faceva scoperte straordinarie, più istruttive di un libro di scuola. Forse è per quello che, una volta cresciuto, ha preferito rimboccarsi le maniche e mettersi subito a lavorare anziché studiare. Ed è proprio davanti a quella finestra che Teo ha iniziato a osservare le persone e a catalogarle, decidendo che, se mai avesse dovuto infilarsi in una delle sue assurde categorie, c’era solo una cosa che voleva essere: un solitario. Camilla e Teo si incontrano in un giorno qualunque, in un bar qualunque. Ma, in quel momento, qualcosa accade. Perché è sempre una cosa innocua a cambiarci l’esistenza. Terra e mare, luce e ombra: Camilla e Teo sono due opposti che, dopo essersi brevemente respinti, si attraggono. L’amore tra loro è così intenso e unico da illuderli di essere invincibili. Ma la vita li costringerà presto a una prova terribile. 


giovedì 3 marzo 2016

Intervista a Valentina Cebeni "La ricetta segreta per un sogno"

Oggi ho fatto quattro chiacchiere con Valentina Cebeni, autrice del bellissimo romanzo edito dalla Garzanti "la ricetta segreta per un sogno", un romanzo che sta spopolando in rete e che merita davvero tanto.

Ora gustatevi questa bellissima intervista <3 


        Come è nata la tua passione per i libri e di conseguenza per la scrittura?
Credo sia un regalo del cielo, una passione che mi porto impressa nel DNA; ho sempre amato leggere, da bambina trascorrevo molto tempo in disparte e questo mi ha permesso di accumulare sin da allora una buona quantità di libri, e scrivere è stato per me un passo del tutto naturale. Se ami le storie follemente prima o poi ti verrà la tentazione di misurarti con il foglio bianco.

         Oltre alla scrittura altra tua passione è cucinare, parlaci di questa tua passione.
Potrei dire “come sopra”, e non mentirei: quella per la cucina è una passione che mia madre credo mi abbia trasmesso insieme al latte materno! Scherzi a parte, risale alla mia infanzia; in casa la cucina, soprattutto per quel che concerne i piatti della tradizione, quelli importanti, di famiglia, è sempre stata vissuta in modo corale. Ognuno aveva il suo compito, e io che sono la più piccola ho dovuto montare montagne di albumi a neve, prima che potessi avvicinarmi a un impasto!
  
           Cosa significa scrivere per te?
Respirare, letteralmente. Se trascorro qualche giorno senza scrivere divento irascibile, nervosa, mentre quando scrivo mi sento esattamente nel posto giusto al momento giusto. È magia, è folle e irrazionale, ma è la verità.

      Come è nato “la ricetta segreta per un sogno”?
Da una recensione letta una domenica mattina circa un libro sul pane, un alimento in apparenza così semplice eppure denso di significati antropologici. Un argomento che mi ha colpito profondamente, che mi ha portato in dono la storia di Elettra.

      Parlaci del giorno in cui è stato pubblicato il tuo libro
Emozioni continue, intense e contrastanti, hanno imperversato da quelle prime ventiquattro ore di vita di Elettra sino a oggi, perché un romanzo è tuo sino a quando lo tieni con te, lo correggi e lo leggi sino allo sfinimento, ma quando finisce nelle mani del lettore capisci che ha smesso di appartenerti, ed è arrivato il momento che inizi a camminare sulle sue gambe. Esattamente come un bambino.

            Protagonista del tuo romanzo è Elettra, parlaci di lei?
Elettra è una donna che cerca la propria strada. Lei è come un albero scosso dal vento della vita, che si aggrappa forte alle sue radici per sopravvivere, ma per far ciò deve prima capire chi sia, conoscere la donna che è e quella che vuole diventare. Quello di Elettra è un percorso tortuoso nel proprio Io, un’avventura nella quale l’Isola del titano e le donne che popolano il vecchio convento giocheranno ruoli fondamentali. Grazie a loro, infatti, Elettra si scopre una donna battagliera, coraggiosa, pronta a tutto per difendere i suoi affetti nonostante le sue tante fragilità, prima fra tutte la paura di amare.

            All’interno del tuo libro ci sono alcune ricette molto gustose (da amante della cucina le proverò tutte), quale consigli di fare assolutamente?
I guelfi, perché è possibile personalizzarli in qualsiasi modo, secondo il proprio gusto. Mi piace pensare che siano una risposta sarda ai macarons transalpini!

      Il messaggio che vuoi lasciare ai lettori con “la ricetta segreta per un sogno”?
Credere nei propri sogni, pensare con la propria testa e non perdere mai, mai, la speranza di tornare a sorridere anche quando la felicità sembra averci voltato le spalle. Perché lei è lì, ci aspetta dietro l’angolo.

  1.       Hai altri progetti per il futuro?

Vista la mia “dipendenza da scrittura” se non li avessi impazzirei, perciò sì. Ci sono nuove storie che popolano la mia mente, al momento, che spero possiate conoscere presto.

Grazie ancora per il tempo che hai dedicato alla storia di Elettra, un saluto a te e a tutti i tuoi lettori!

mercoledì 2 marzo 2016

Solitudini Parallele di Marcella Spinozzi Tarducci

Oggi voglio segnalarvi questo libro che mi ha colpito molto, "Solitudini parallele" di Marcella Spinozzi Tarducci,  che a breve leggerò per farvi poi sapere il mio parere, un romanzo che secondo me merita molto, sono stata attratta dalla trama, molto particolare, e dall'ambientazione, la storia infatti è ambientata nell'arco di tempo che va dal periodo fascista ai giorni nostri. ed io amo i romanzi ambientati in quel periodo storico.

Ora eccovi qualche informazione sul libro.


 “Solitudini parallele tra Roma e Addis Abeba”, il viaggio nella vita e nell’anima di due donne inquiete
 La scrittrice fiorentina Marcella Spinozzi Tarducci è già in libreria per Bonfirraro editore


In libreria lasciatevi cullare dalla storia forte, appassionata e struggente di “Solitudini parallele”, il romanzo della scrittrice fiorentina Marcella Spinozzi Tarducci per Bonfirraro editore, che si muove tra Roma e Addis Abeba, durante il crollo di un impero lontano.

La penna poetica dell’autrice ritrae due profili di donne molto diversi tra loro, ma accomunati da una sensualità straniante e dolcissima, frutto di una fusione di elementi di forza e fragilità che le rendono assolutamente padrone del loro destino: l’innocenza abusata e un’adozione difficile segneranno drammaticamente la vita dei protagonisti che si staglia a cavallo di luoghi cardinali, come la città come Addis Abeba, quel “Nuovo fiore” capitale di una fiorente colonia. E c’è anche Roma, tra le protagoniste del romanzo, superba e imperiale che ritorna prepotentemente sullo scacchiere internazionale, per poi crollare rovinosamente. Un parallelismo che fa emergere anche le differenze etniche non sempre comprensibili, spesso insanabili.

Ambientato in un arco di tempo che va dall’epoca dell’Impero fascista fino ai nostri giorni, il libro è un commovente alternarsi di abbandoni e di lontananze manifestate anche attraverso un intenso scambio di epistole, che si insinuano nella vita più intima dei protagonisti.
Ciò concorre a costruire un romanzo ricchissimo di spunti narrativi, con una spiccata punta di esotismo che si scioglie in una scrittura calda e passionale, manifestata in un complesso di emozioni suscitate dall’evocazione della Storia e dal rapporto complesso e affascinante tra tutti i suoi personaggi.

L’autrice – Marcella Spinozzi Tarducci è stata per molti anni un’insegnante di lingue a Firenze, città dove risiede. Artista a tutto tondo, è pittrice autodidatta e ha esposto in importanti gallerie fiorentine. Ha studiato, inoltre, pianoforte al Conservatorio Cherubini di Firenze. Amante della scrittura da sempre, ha ricevuto importanti riconoscimenti per la poesia a Chiavari e a Firenze e, nel 2010, ha vinto il Fiorino d’Oro per la narrativa inedita al Premio Firenze Europa con il racconto Giulia.

Con Bonfirraro ha già pubblicato la raccolta Racconti da spiaggia, pezzi di vita malincomici di una probabile estate ai lidi.  “Solitudini parallele” è stato romanzo apprezzatissimo nella trentaduesima edizione del Premio Firenze 2015, meritandosi il riconoscimento del “Presidente della Giuria Letteraria”. 



Il premio “Presidente della Giuria Letteraria” va a “Solitudini parallele” della scrittrice fiorentina Marcella Spinozzi Tarducci
Grande riconoscimento per la scrittrice fiorentina al prestigioso Premio Firenze


FIRENZE – Un grande riconoscimento per la scrittrice fiorentina Marcella Spinozzi Tarducci che sabato 5 dicembre riceverà la medaglia “Presidente della Giuria Letteraria” per la sezione “Narrativa edita” durante la cerimonia del prestigioso Premio Firenze, giunto alla sua trentaduesima edizione.
Il suo “Solitudini parallele – Tra Roma e Addis Abeba”, edito da Bonfirraro, scelto tra una rosa di venti nomi, è il commovente romanzo di abbandoni e di lontananze, ambientato tra l’Africa e l’Italia in un arco di tempo che va dall’epoca dell’Impero fascista fino ai nostri giorni.
La penna poetica dell’autrice ritrae due profili di donne molto diverse tra loro, ma accomunate da una sensualità straniante e dolcissima, frutto di una fusione di forza e fragilità che le rendono assolutamente padrone del loro destino: l’innocenza abusata e un’adozione difficile segneranno drammaticamente la vita dei protagonisti che si staglia sui luoghi di una città come Addis Abeba, quel “Nuovo fiore” capitale di una fiorente colonia. E poi c’è Roma, tra le protagoniste del romanzo, superba e imperiale che ritorna prepotentemente sullo scacchiere internazionale, per poi crollare rovinosamente. Un parallelismo che fa emergere anche le differenze etniche non sempre comprensibili.
Un romanzo ricchissimo di spunti narrativi, con una spiccata punta di esotismo che si scioglie in una scrittura calda e passionale, manifestata in un complesso di emozioni suscitate dall’evocazione della Storia e dal rapporto complesso e affascinante tra tutti i suoi personaggi.
«Sono molto orgogliosa di aver vinto un autorevole premio, senza dubbio prestigioso, per un romanzo che mi ha toccato nel profondo – dichiara commossa Marcella Tarducci – la mia è una storia di donne che intrecciano le loro esistenze nel corso di  vicende straordinarie e, attraversando infinite peripezie, inseguono quell’istinto struggente di maternità insito nella natura umana: ciò non può che suscitare infinita commozione».
«Come non rivolgere i complimenti per il premio alla nostra scrittrice, tra le più prolifiche della nostra “scuderia”- ha affermato l’editore Salvo Bonfirraro – un premio prestigioso per una penna altrettanto importante del panorama letterario nazionale: sin dal primo libro ‘Racconti da spiaggia’ ho subito compreso la forza narrativa ed emotiva che emerge dalla sua scrittura che il premio non fa che sancire».
La cerimonia di premiazione avrà luogo alle 16.30 presso il Salone dei Cinquecento al Palazzo Vecchio a Firenze.