mercoledì 1 marzo 2017

Recensione "Giglio bianco" e "Note di dolore" di Simona Bagnato


GIGLIO BIANCO

SIMONA BAGNATO

LETTERE ANIMATE

209 PAGINE

CARTACEO EURO 14,50 - EBOOK EURO 1,99

"Giglio bianco" è un romanzo meraviglioso, dopo averlo letto un anno fa l'ho riletto la settimana scorsa in cartaceo per poi collegarmi con il secondo della saga "Note di dolore". Una storia che vi emozionerà fino alla fine.



NOTE DI DOLORE

SIMONA BAGNATO

LETTERE ANIMATE

204 PAGINE

CARTACEO EURO 12,50 - EBOOK EURO 0,99

La storia d’amore tra Luke e Lavinia non ha ancora trovato la giusta pace per vivere il legame che li ha uniti indissolubilmente.
Lav scopre nel peggiore dei modi il segreto che lui tanto le ha nascosto e che non è stato in grado di rivelarle, decide così di trovare conforto nelle braccia di un padre che ha scoperto di avere dopo diciannove lunghissimi anni.
Nonostante tutto e nonostante il suo segreto, il dolore provocato dall’assenza di Luke, è troppo forte da sopportare, quasi troppo intenso per continuare a vivere.
Due corpi e un solo cuore, che con il suo battito, alimenterà la speranza di una vita insieme...

Un capolavoro tutto Italiano, l'autrice, Simona Bagnato, ha creato una storia che arriva al cuore e conquista il lettore lasciandolo senza fiato, una storia meravigliosa che una volta iniziata è impossibile smettere di leggere.
Beh che dire, io amo la storia di Lavinia e Luke, una storia d'amore senza fine, un'amore magico, problematico, perfetto ma anche imperfetto, questa coppia è meravigliosa e mi ha regalato molte emozioni.
Un anno fa ho già avuto il piacere di leggere "giglio bianco", primo libro della saga, e ora mi sono ritrovata a rileggerlo in versione cartacea, ho atteso il cartaceo con tanta ansia e alla notizia non ho potuto non prenderlo, mi è piaciuto talmente tanto da volerlo nella mia libreria in bella vista perchè è un romanzo che merita davvero tanto, ho deciso di rileggere "giglio bianco" anche per ricollegarmi al suo seguito "note di dolore", secondo della meravigliosa saga.
In "giglio bianco" vediamo la nascita della storia d'amore tra Lavinia e Luke, un amore che nasce a prima vista ma che viene coltivato un po alla volta, Lavinia e Luke non hanno avuto un passato facile e questo passato tragico e doloroso potrà essere d'intralcio per il loro amore.
In "note di dolore" invece i protagonisti affronteranno il loro passato, sopratutto Lavinia, un passato doloroso, lei verrà a conoscenza di alcune cose che saranno davvero devastanti...per fortuna che  Luke e tutti i suoi amici saranno li a sorreggerla.
Ho amato la storia di Luke e Lavinia, mi ha trasmesso tante emozioni, mi sono commossa e mi sono sentita molto vicino a Lavinia, lei è una ragazza che ha sofferto molto, dolce, coraggiosa, lei non si arrende e dopo tante cadute si rialza...sempre, è una persona fantastica, da ammirare. Inizialmente in "giglio bianco" Luke mi è risultato un po odioso, il classico ragazzo bello che usa le ragazze solo per sesso, come fossero dei giocattoli, ho anche odiato il suo comportamento iniziale verso Lavinia...davvero odioso, ma poi ho dovuto ricredermi, i suoi atteggiamenti sono solo la reazione ad un dolore subito in passato, in "note di dolore" l'ho amato, lui è perfetto, il ragazzo ideale.
Tra "giglio bianco" e "note di dolore" non riuscirei proprio a scegliere quale mi abbia emozionato di più, li ho amati entrambi, sono stati entrambi emozionanti, ognuno di loro mi ha trasmesso qualcosa di speciale, entrambi i romanzi mi hanno fatto capire che non si può fuggire dal passato, che esso va affrontato, e sopratutto che non si può fuggire dall'amore, sopratutto quando si tratta del vero amore, solo affrontando il proprio passato si può andare avanti e vivere e amare senza paura.
Una storia fantastica che vi farà sognare, amare, emozionare e anche commuovere, una storia che non parla solo d'amore ma anche di amicizia e del valore che ha la famiglia.
"Giglio bianco" e "note di dolore" sono due romanzi che vi consiglio assolutamente di leggere, se siete amanti delle storie della McGuire, amerete anche la storia tra Lavinia e Luke.





INTERVISTA ALL'AUTRICE

1.Com'è nata la tua passione per la scrittura? 
La mia più che una passione è stata una sfida. Un voler fare qualcosa di tutto mio. Infinitamente mio. Al punto di tenerlo nascosto anche alla mia famiglia. Mio marito in prima persona! Lui era convinto che io leggessi sul mio tablet. La mia vita di giorno era ed è anche oggi la classica vita di una mamma di due figli, immersa negli impegni scolastici e nello sport di Tommaso, il mio primo bimbo, ma alla sera quando la luce si spegneva e la casa piombava nel silenzio di una famiglia addormentata, il mio cuore si accendeva e quel cassetto rimasto chiuso per tantissimi anni, si è aperto regalandomi questa trilogia.

2.Che lettrice sei? 
Io mi reputo una " leggi tutto" mi piace variare un po'. I romance sicuramente sono al primo posto, Jamie Mcguire è il mio amore più grande, forse il primo amore...l'autrice che mi ha fatto perdere la testa per questo genere di lettura, ma adoro anche i thriller, non proprio quelli dove l'angoscia penetra dentro di te, piuttosto quelli che io definisco " cronaca nera" dove c'è una comunque una storia e solitamente dove il libro ti lascia incollato fino alla fine senza capire bene chi è il colpevole

3 .Come sono nati giglio bianco e note di dolore?
 Giglio bianco è nato lo scorso ottobre 2015. Ricordi come fosse oggi quel giorno che scrissi la mia prima parola, è nato da un'idea che balenava nella mia testa, una storia che non vedevo l'ora di riversare nella scrittura, ma sicuramente non mi aspettavo che da quella semplice idea potesse partorire una trilogia. Il punto è che non dovevo pensare a niente, dovevo semplicemente sedermi sulla seggiolina di mio figlio e tutto veniva da se...sembra assurdo ma è così.

 4 .Ci sono stati momenti di difficoltà nella stesura della storia?
 Se devo essere sincera no. Ma non perché io mi reputi brava, ma solo perché è nato per essere chiuso nel mio tablet. Non l'ho mai pensato come un probabile romanzo, tanto meno come un libro da inviare alle case editrici. No. Era solo una cosa che mi faceva bene e mi piace fare, quindi non mi sono mai chiesta se potesse piacere o se fosse una gran cavolata. Sapevo che nessuno lo avrebbe mai letto. Se non fosse stato per mia cugina, che lo pubblico su wattpad tale rimaneva. Forse è per questo che non ho trovato difficoltà nel scrivere la storia, perché sapevo che non avrebbe subito nessun giudizio.

5.Tematica fondamentale di "giglio bianco"e "note di dolore" è l'amore, cosa rappresenta per te l'amore? 
Per me l'amore sono i miei figli. Sono Tommaso e Lavinia. È vedere il loro sorriso al mattino e capire che non potrò provare un amore più grande nella mia vita. L'amore quello vero, che sia un figlio o un compagno, per me è quando capisci che di più non puoi avere!

6.come sono nati i personaggi di Luke e Lavinia? 
Luke e Lavinia sono nati come sogno io la vita, frutto di un destino già stato scritto. Io credo molto nel destino e loro per chi li ha conosciuti saprà che erano destinati a conoscersi, che le loro vite si incastrano come due mele perfettamente tagliate. Anche il contrasto caratteriale. Lei sensibile, lui sicuro, lei timida, lui spavaldo, ma entrambi con delle mancanze affettive, con oscuri tormenti del passato....un anima bianca e una nera che si mescolano formando la sfumatura più bella che possa esistere.

7.Parlaci del giorno che sono stati pubblicati "giglio bianco" e "note di dolore" 
Il giorno della pubblicazione di Giglio bianco credo che non la scorderò mai....era il 4 luglio del 2016 ed è stata un emozione fortissima. Al tempo stesso ero spaventata da morire, avevo paura del giudizio, di non essere all'altezza ma piano piano ho capito che tutto serve. Servono i complimenti tanto quanto le critiche, poi sta alla nostra intelligenza scindere quelle costruttive da quelle cattive, perché purtroppo ci sono anche quelle, ma io da mamma insegno ai miei figli di alzarsi sempre e andare avanti e credo che la mia forza sia proprio questa, il fatto che lo devo dimostrare a loro per poterlo insegnare al migliore dei modi

8. So che ci sarà anche un terzo romanzo per completare la serie, quanto dovremo aspettare noi lettori e amanti di “giglio bianco”?
Si esatto ci sarà il terzo è ultimo capitolo della saga....quanti dovete aspettare? Be fosse per me neanche un giorno...ve lo farei leggere oggi stesso....ma purtroppo i tempi di pubblicazione sono piuttosto lunghi....però posso dire con certezza che sarà una lettera che farete sotto l'ombrellone!!!!

9.Hai altri progetti per il futuro? 
Progetti in termini di scrittura si...sono in stesura di un nuovo libro....un libro che tocca le corde del mio cuore...tratto da una storia vera....una storia che ho avuto l'onore di poter ascoltare e ancor di più di poter scrivere

10.Che messaggio vuoi lasciare ai tuoi lettori attraverso la storia di Lavinia e Luke? 
Credo che il messaggio più bello che si può trarre da questa trilogia è l'incastro perfetto.... non accontentatevi nella vita di un semplice amore, dovete trovare quello che si congiunge realmente al vostro cuore, quella vera metà che solo trovandola darà un senso alla vostra vita


RINGRAZIO SIMONA PER LE DEDICHE E ATTENDO CON GIOIA L'USCITA DEL TERZO CAPITOLO DELLA SAGA!



1 commento:

  1. L'avevo adorato su wattpad e continuerò a farlo anche ora!Bellissima l'intervista all'autrice *-*

    RispondiElimina